Il riesling renano una varietà molto antica

Il riesling renano è uno dei vitigni a bacca bianca più eleganti e longevi al mondo. Si tratta di una varietà molto antica, probabilmente discendente dalla gouais blanc, un’uva d’origine slava portata in Gallia dall’imperatore Probo nel corso del II secolo d.C., che insieme al savagnin o traminer, ha generato la gran parte dei vitigni a bacca bianca oggi presenti nell’area centro-europea. Il riesling ha dimostrato nel corso dei secoli di adattarsi molto bene ai climi freddi e di trovare una vera culla d‘elezione nella zona Mosel-Saar-Ruwer, la regione in cui scorre la Mosella prima di sfociare nel Reno nei pressi di Coblenza.

La geologia dei terreni

Ci troviamo nei pressi del limite settentrionale della coltivazione della vite e solo la presenza dell’effetto termoregolatore del fiume permette di portare a maturazione le uve sfidando le gelate primaverili. Le vigne, infatti, si trovano quasi esclusivamente sui versanti più caldi e soleggiati esposti a mezzogiorno. Il corso della Mosella ha scavato nei millenni un letto tra ripide sponde caratterizzate dalla presenza di terreni ricchi di ardesia e scisti. I pietrosi suoli scuri assorbono il calore di giorno e lo restituiscono alle piante di notte, mitigando le temperature più rigide. In queste particolari condizioni pedoclimatiche, il riesling ha trovato un habitat perfetto per le sue esigenze di vita e proprio in Mosella si esprime su livelli qualitativi d’eccellenza assoluta.



Le caratteristiche principali

E’ un vitigno piuttosto produttivo e ha bisogno di temperature basse e di notevoli escursioni termiche per maturare lentamente e regalare uve di grande finezza aromatica. I vini hanno un profilo molto fresco, elegante e raffinato, con gradazioni alcoliche contenute. In gioventù esprimono un bouquet con profumi floreali e di frutta bianca, che con il corso dell’affinamento in bottiglia evolve verso sentori terziari di pietra focaia, resina, spezie e idrocarburo. Proprio questa connotazione minerale e l’alta acidità sono le caratteristiche principali dei riesling della Mosella, tra i bianchi che invecchiamo meglio e possono restare in bottiglia senza problemi per oltre 10/15 anni.
In Germania vige una classificazione per tipologia molto dettagliata:

  • Kabinett: vini prodotti con uve raccolte durante il periodo normale di vendemmia.
  • Spätlese: vini prodotti con uve raccolte da vendemmia tardiva.
  • Auslese: vini prodotti con uve raccolte da vendemmia tardiva e con grappoli selezionati in vigna.
  • Beerenauslese: vini prodotti con una selezione manuale degli acini attaccati dalla Botrytis Cinerea.
  • Trockenbeerenauslese: vini prodotti con una selezione manuale degli acini appassiti e attaccati dalla Botrytis Cinerea.
  • Eiswein: vini prodotti vinificando uve ghiacciate.



Per chi volesse approfondire l’argomento con qualche assaggio, ecco una selezione d’interessanti etichette:

 


di Alessio Turazza
Giornalista freelance, collabora con Il Gambero Rosso, Bio Magazine, In Viaggio con Gusto, WineTimes, numerosi siti e altre riviste di settore.